Queste foto di Matteo Cirenei riguardano un appartamento del centro di Stoccolma, dove lo studio di architettura Servabote ha scelto di inserire una cucina Ego di Abimis.  La superficie si sviluppa su 290 metri quadri ristrutturati direttamente dai proprietari (che sono gli stessi titolari dello studio di architettura).

Per chi non la conoscesse, Abimis è, a mio parere, la… regina delle cucine professionali in acciaio. Entrare nel loro sito produttivo è come assistere ad un lavoro di sartoria, dove i sarti sono carpentieri e saldatori, che realizzano cucine su misura per navi da crociera (in particolare), aziende, ma anche per singoli privati. Uno (ma solo uno) dei must di una cucina Abimis sono i caratteristici angoli smussati, che ben si vedono nelle immagini; la cucina è composta in questo caso da un blocco unico in acciaio inox che sostiene i piani integrati direttamente nel modulo. La cucina è completata anche da due colonne verticali con funzione refrigerante che per soddisfare le particolari esigenze dovute allo spazio sono state realizzate ad hoc riempiendo un angolo e rendendolo allo stesso tempo funzionale. Queste colonne sono dotate del Sistema di Controllo del Freddo, il programma tecnologico di Abimis, composto da colonne refrigerate che possono essere personalizzate ad hoc. L’armonia della composizione è data, quindi, dall’utilizzo della finitura in acciaio inox, dal design dei due elementi che compongono il sistema Ego le cui linee sinuose accentuano il carattere morbido e sofisticato di tutto l’ambiente. 

15_Abimis_Stockholm-1468.jpg

 

Pin It

Altri articoli